Home Moto Come si deve comportare un motociclista in caso di pioggia

Come si deve comportare un motociclista in caso di pioggia

1314
0
SHARE
Foto: visionidiviaggio.it

Con l’imminente inizio della stagione invernale, le giornate di pioggia saranno all’ordine del giorno. Chi è abituato a guidare l’automobile, tranne casi eccezionali, non dovrebbe avere grossi problemi, anche perchè le vetture sono coperte e quindi sicure per non far bagnare gli automobilisti in questione. Chi, invece, guida le moto anche con l’acqua piovana, deve tenere dei comportamenti utili a salvaguardare la vita propria per non incappare in gravi incidenti. Di seguito, così, vediamo alcuni accorgimenti che i motociclisti devono avere in caso di pioggia.

TENERE UN’ANDATURA NON TROPPO ELEVATA – Sappiamo tutti la pericolosità di guidare una moto a velocità elevate. A differenza degli automobilisti, in caso di incidente, il motociclista saggia immediatamente l’asfalto con conseguenze che potrebbero essere gravi. In caso di pioggia, dove il manto stradale è scivoloso, sarebbe meglio mantenere un’andatura media in modo da non andare in contro a spiacevoli sorprese.

Foto: mercadolibre.com.mx
Foto: mercadolibre.com.mx

USARE IL CASCO – Non c’è bisogno di aggiungere altro. Il casco va usato sempre e comunque, con il sole o con la pioggia perchè salva la vita.

INDOSSARE LE TUTE ANTIPIOGGIA – Sono fondamentali per non arrivare a casa, in ufficio o in altri luoghi tutti bagnati. La maggior parte dei motociclisti, tuttavia, possiede questo genere di indumenti in materiale sintetico da indossare sopra i normali capi di abbigliamento. Il consiglio che diamo a chi ha una moto è uno: le tute occupano poco spazio, dunque conservatele sempre sotto la sella o nel baule del vostro mezzo a due ruote.

Foto: megamodo.com
Foto: megamodo.com

NON PASSARE SOPRA I TOMBINI E I DETRITI – Il ferro, quando viene “toccato” dall’acqua, diventa scivoloso. Tutto questo può accadere, così, con i tombini (o pozzetti fognari) presenti sulle strade. I motociclisti per schivare qualsiasi tipo di problema dovrebbero evitare di passare sopra con la propria moto proprio per non incappare in brutte “scivolate”. Se si è costretti a “toccare” il tombino, massima prudenza e velocità poco sostenuta. Stessa cosa vale per i detriti della strada.

Vedi anche  Assicurazioni moto: nel 2015 aumenteranno

DISTANZE DI SICUREZZA – Anche qui non aggiungiamo granchè. In caso di pioggia, aumentare la distanza dai veicoli che precedono il motociclista interessato. Con l’asfalto bagnato, quindi scivoloso, chi guida una moto può ritrovarsi con l’acqua piovana (sporca) sul proprio casco. Ma è la sicurezza a dover passare in primo piano: una distanza maggiore facilità la possibilità di frenata.