Home Auto Ferrari 488 Spider: il tettuccio RHT è la novità assoluta (FOTO E...

Ferrari 488 Spider: il tettuccio RHT è la novità assoluta (FOTO E VIDEO)

562
0
SHARE
Il tettuccioRHT della Spider 488 -Ferrari-

Nasce la Ferrari scoperta più potente di tutti i tempi: si chiama Ferrari 488 Spider. Si caratterizza per il tetto rigido ripiegabile RHT (Retractable Hard Top) attorno a cui si è sviluppato l’intero progetto, .Direttamente da Maranello si fondono in questa vettura le straordinarie qualità del motore 8 cilindri già presente sulla versione coupé, la 488 GTB, al piacere della guida su strade sinuose e impegnative, immersi nei colori e nei profumi della natura, accompagnati dall’inconfondibile sound Ferrari.

Ferrari 488 Spider-Ferrari
Ferrari 488 Spider-Ferrari

MOTORE
La Ferrari 488 Spider è dotata di un motore V8 Turbo da 3.902 cm3, i 670 CV permettono di aumentare la coppia massima, gestita gradualmente dal Variable Torque Management,la 488 Spider accelera da 0 a 100 km/h in 3 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,7. Prestazioni eccezionali accompagnate da un tempo risposta all’acceleratore di soli 0,8 secondi, ovvero annullando di fatto il ritardo nella risposta tipico dei propulsori turbo. Come nella tradizione Ferrari, anche questo modello ha un proprio suono unico e distintivo che accompagna le prestazioni.
Le soluzioni aerodinamiche sono state implementando lo spoiler soffiato e il fondo aerodinamico con generatori di vertici che uniscono allo stesso tempo due obiettivi normalmente in antitesi quali il miglior carico aerodinamico e la riduzione della resistenza all’avanzamento.
La vettura vanta inoltre un comportamento dinamico entusiasmante, che pone l’accento sulla facilità del raggiungimento del limite di chi è al volante, grazie a una perfetta messa a punto della meccanica e dei sistemi elettronici in fase di sviluppo, che vedono l’introduzione del controllo di angolo di assetto evoluto SSC2: complessivamente il tempo di risposta è del 9% in meno rispetto alla Spider precedente.

Ferrari 488 Spider.laterale Ferrari
Ferrari 488 Spider.laterale
Ferrari

MOTOPROPULSORE
Questo propulsore offre le prestazioni più elevate di sempre, nessun turbo lag e un suono emozionante e unico. Eroga 670 cv a 8.000 giri/min, con la potenza specifica di 172 cv/l, record per una Ferrari omologata, coppia massima di 760 Nm in settima marcia e tempo di risposta al comando acceleratore di soli di 0,8 secondi a 2.000 giri/min in terza marcia.
L’adozione del turbo generalmente impatta sui tempi di risposta del motore alle sollecitazioni dell’acceleratore: al crescere della potenza corrisponde infatti un aumento del turbo lag, con tempi di risposta dalle due alle tre volte maggiori rispetto ai motori aspirati. A fronte di un aumento di potenza di 100 cv rispetto alla precedente Spider, gli ingegneri di Maranello hanno superato questi limiti: il nuovo V8 Turbo vanta infatti una prontezza di risposta di soli 0,8 secondi, garantendo di fatto quella risposta immediata all’acceleratore tipica dei motori Ferrari.

SUONO FERRARI
Ogni Ferrari ha un sound unico e distintivo, e la 488 Spider non si sottrae a questa tradizione. Il suono del nuovo V8, si fa sentire già a bassi regimi. Una colonna sonora coinvolgente ma non invadente a tetto aperto, che prende vita grazie ai collettori di elevata lunghezza ed eguali dimensioni, all’albero motore piatto ed è esaltata dall’accurato studio delle armoniche e delle tonalità̀ per ogni numero di giri, un altro terreno di know how per il quale la Ferrari rappresenta da sempre un riferimento.

Ferrari 488 Spider- Ferrari-
Ferrari 488 Spider- Ferrari-

CARROZZERIA
Disegnata dal Centro Stile Ferrari, anche la 488 Spider si presenta con uno stile unico, funzionale dal punto di vista aerodinamico, che ne enfatizza prestazioni e sportività volte al massimo divertimento all’aria aperta.
Le proporzioni della 488 sono quelle canoniche delle Ferrari a motore posteriore: il corto e “muscoloso” parafango anteriore in cui si incunea il paraurti “velocizza” tutta la parte anteriore della vettura, e sposta subito l’attenzione sulla fiancata, solcata dalle nuove prese d’aria laterali degli intercooler, che si originano dalla porta, con un motivo che richiama la 308 GTB.
Il frontale è caratterizzato da un’ampia “bocca”, scandita dai due piloni a sostegno dello spoiler sdoppiato per motivi aerodinamici, funzionale all’alimentazione dei due radiatori e della zona centrale con funzione aero. Il cofano presenta una prominente venatura centrale, e due “canali” laterali che, oltre a rendere più sportiva l’immagine della vettura, incanalano l’aria proveniente dai due sfoghi presenti nel paraurti, nascosti nella visione frontale per la pulizia delle linee.
Il cofano posteriore presenta nervature che creano tridimensionalità e dinamicità. Su di esso si stagliano le nuove prese d’aria motore, coperte da specifiche griglie caratterizzata da un motivo scultoreo. Il cofano termina nello spoiler posteriore soffiato, contribuendo ad alimentarlo. Gli scarichi, rialzati e sdoppiati, lasciano ampio spazio al nuovo diffusore aerodinamico.
La 488 Spider porta al debutto un nuovo colore studiato per enfatizzarne le forme. Il nuovo Blu Corsa metallizzato è stato ideato per fondersi col cielo che sovrasta le vettura, e le particelle metalliche nella vernice creano effetti di luce che sottolineano i volumi scultorei. Il particolare effetto cangiante è ottenuto tramite una verniciatura bi- strato.

Vedi anche  Bollo auto storiche: ecco la lista dei modelli stilata dall'ACI

INTERNI
Gli interni della 488 Spider enfatizzano la filosofia della simbiosi tra pilota e vettura, derivata da quella della F1, con tutti i comandi posizionati sul volante e sui satelliti orientati verso il guidatore.
Intorno al cockpit prende forma la nuova plancia, con uno sviluppo orizzontale ridotto per accentuare la snellezza e la leggerezza, sulla quale si stagliano le bocchette di aerazione di forma ultra-sportiva.
Il risultato globale è una perfetta integrazione tra l’innovazione di volumi e forme asciutte e funzionali e il forte legame col marchio Ferrari garantito dalla presenza di tipici elementi della Casa del Cavallino Rampante quali la netta separazione tra plancia e tunnel, la presenza del volante multifunzione, l’adozione del bridge comandi. Il tutto viene confezionato con materiali e finiture tanto eleganti quanto sportivi, assemblati artigianalmente e con una spiccata attenzione alla spazi funzionali per poter riporre oggetti di uso comune in viaggio.
Il tunnel centrale è slanciato, dinamico e funzionale allo stesso tempo. Il caratteristico bridge F1 longitudinale, ormai un’icona Ferrari, libera ampi spazi per riporre gli oggetti con i pulsanti delle principali funzioni posti in posizione ergonomica. Grande attenzione è stata posta ai vani porta oggetti, che in termini di capienza complessiva rappresentando il punto di riferimento del segmento, e in particolare al vano richiudibile posizionato sul tunnel, che permette di celare a occhi indiscreti piccoli oggetti anche quando la vettura viene lasciata parcheggiata con il tetto aperto.
Da un accurato lavoro incentrato sulla qualità e sulla cura del particolare è nato un pannello porta completamente nuovo, che incrementa il comfort tattile con un appoggio più accogliente per il braccio, un design molto pulito e sportivo e la presenza di pulsanti in posizione ergonomica.
Grande attenzione è stata posta nella realizzazione dei nuovi sedili, con appoggiatesta fisso integrato allo schienale. Le sedute sono ora ancora più leggere e dotate di forma estremamente contenitiva, riuscendo al contempo ad offrire un comfort elevato grazie ai nuovi profili e alla schiume studiate apposta per i lunghi viaggi.
Oltre al sistema Apple CarPlay integrato in vettura, sulla 488 Spider è installato il nuovo impianto infotainment in versione Sport, con lo schermo sempre posizionato all’interno del cupolotto della strumentazione, pensato per la massima immediatezza d’uso: navigazione, accesso alle funzionalità e integrazione a livello estetico.
Come la 488 GTB anche, la 488 Spider ha una chiave vettura con funzione “keyless start”: dotata di un chip che dialoga in modalità wireless con la centralina della vettura. per l’accensione e lo spegnimento del motore attraverso il pulsante “Start/Stop Engine” sul volante, tenendo la chiave in tasca, o nell’apposito alloggiamento sul tunnel.

Vedi anche  Apre le porte il Salone di Francoforte con 210 debutti mondiali