Home Elettrico Ford progetta nuovi investimenti sulle elettriche

Ford progetta nuovi investimenti sulle elettriche

10
0
SHARE

Ford ha annunciato di aumentare significativamente i suoi investimenti previsti in veicoli elettrici a 11 miliardi di dollari entro il 2022, con 40 veicoli ibridi e completamente elettrici nella sua gamma di modelli.

A confermarlo è il presidente Bill Ford al recente salone dell’auto di Detroit, affermando che la cifra dell’investimento è nettamente superiore all’obiettivo precedentemente annunciato di 4,5 miliardi di dollari entro il 2020, e che include i costi di sviluppo di architetture di veicoli elettrici dedicati.

L’amministratore delegato di Ford Jim Hackett ha ha poi aggiunto che la casa automobilistica avrebbe ridotto i costi di 14 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni e spostato gli investimenti di capitale lontano dalle berline e dai motori a combustione interna per sviluppare più camion e auto elettriche e ibride. Una platea che dovrebbe gradualmente arricchire il ventaglio di veicoli già disponibili per il noleggio lungo termine Ford, una formula sempre più apprezzata e utilizzata.

Tornando agli annunci di Ford, dei 40 veicoli elettrificati che la compagnia prevede per il suo programma globale entro il 2022, 16 saranno completamente elettrici e il resto saranno ibridi plug-in. In questo modo, Ford cerca di fare la sua parte in un contesto sempre più concorrenziale, con General Motors, Toyota e Volkswagen che hanno già delineato piani aggressivi per espandere la loro offerta di veicoli elettrici e rivolgersi ai consumatori che vogliono lusso, prestazioni e stile in uno stesso veicolo.

Le principali case automobilistiche stanno reagendo in parte alle pressioni delle autorità di regolamentazione in Cina, Europa e Stati Uniti ridurre le emissioni di carbonio da combustibili fossili. Sono anche sotto la pressione del successo di Tesla nella creazione di berline elettriche e SUV ad alte prestazioni, con un mix di determinanti che sta facendo rompere gli indugi a ben più di qualche operatore, fin qui molto timido e prudente.

Vedi anche  Alfa Romeo Giulia, Wester conferma l'arrivo dell'autopilota

Ricordiamo come GM abbia affermato l’anno scorso avrebbe aggiunto 20 nuovi veicoli elettrici a batteria e a celle a combustibile alla sua gamma globale entro il 2023, finanziato da robusti profitti ottenuti dai tradizionali veicoli con motore a combustione interna negli Stati Uniti e in Cina. L’amministratore delegato di GM Mary Barra ha promesso agli investitori che la casa automobilistica americana entrerà in utile vendendo auto elettriche entro il 2021.

Dal canto suo, Volkswagen ha affermato che a novembre avrebbe speso 40 miliardi di dollari in auto elettriche, guida autonoma e nuovi servizi di mobilità entro la fine del 2022 – molto di più di quando ha annunciato due mesi prima avrebbe investito più di 20 miliardi di euro in auto elettriche e autoguida fino al 2030. Toyota sta invece accelerando i tempi per commercializzare una rivoluzionaria tecnologia delle batterie durante la prima metà del 2020 con il potenziale di ridurre i costi di produzione delle auto green.

Tornando a Ford, la compagnia ha precisato come alcuni dei veicoli elettrici saranno prodotti in Cina per il mercato cinese e che uno degli obiettivi di breve termine è quello di identificare e sviluppare partnership per i veicoli elettrici con altre aziende.