SHARE

Una gara piena di sorpassi, con emozioni a palate, le Mercedes fanno gara a se, ma è lotta vera tra i piloti delle frecce d’argento per il grandinò più alto del podio.

Le emozioni non finiscono qui: dietro la lotta è furibonda e non ci sono ordini di scuderia a frenare lo spettacolo: le Williams, le incredibili Force India, le Red Bull, si danno battaglia per tutta la gara.

Le Ferrari arrancano, il tracciato è uno dei più sfavorevoli per loro, ma Alonso non ha peli sulla lingua e dichiara a fine gara: “…il nostro problema è che non abbiamo abbastanza velocità”, anche Montezemolo non sembra affatto contento tanto che abbandona la gara prima della fine, scelta discutibile anche da un punto di vista dell’immagine.

autosprint.corrieredellosport.it/
autosprint.corrieredellosport.it/

Una gara piena di emozioni.
Si spengono i semafori e parte il Gran Premio del Bahrein, la 900esima gara di Formula 1 della storia, è Massa a scattare come un fulmine e si porta al 3° posto subito dietro le due Mercedes.
Formula 1 GP del Bahrein: la lotta è tutta in famiglia e vincere è lo spettacolo
Alonso parte bene, Raikkonen si tocca leggermente con Magnussen e passa dalla 5° alla 9° posizione, alla fine del primo giro è subito chiaro che le Force India hanno tutte le carte in regola per lottare per i primi posti del podio, ed in fondo al rettilineo Hulkenberg passa Alonso con 14-15 Km orari di differenza.

Tra le Red Bull Ricciardo sembra averne di più del Campione del mondo in carica che dichiara di avere problemi con il DRS e lascia strada al compagno di di squadra.

La Ferrari azzecca la strategia delle soste e i suoi piloti guadagnano posizioni con i cambi gomme, ma serve a poco infatti le Force India, che montano la power unit Mercedes, hanno molta più velocità e sia Hulkenberg che Perez si riprendono presto le loro posizioni.

La battaglia in testa è vera e Rosberg attacca Hamilton che dimostra subito di che pasta sia fatto chiudendo la strada con decisione. Hamilton rimane in testa ed entra per primo ai box, ecco perché la bagarre tra i due si era accesa improvvisamente: chi è davanti ha diritto ad entrare ai box per primo.

Nel frattempo la battaglia alle spalle di Rosberg imperversa e sono le Ferrari di Alonso e Raikkonen ad averne la peggio: Perez sorpassa in facilità Alonso, sia Button che Vettel passano Raikkonen. In casa Williams Massa attacca Bottas e Perez Passa Hulkenberg, dopo che il pilota tedesco aveva commesso un errore nel tentativo di sorpasso su Massa.

La gara prosegue con un numero incredibile di sorpassi e di tentativi: Ricciardo, Bottas, Massa e Perez su Raikkonen, poi Bottas e Massa su Ricciardo, Vettel su Magnussen, Hulkenberg su Alonso, Raikkonen su Maldonado.

Il pilota della Lotus Maldonado, che fino a quel momento stava conducendo un’ottima gara, rientra in pista dai Box senza lasciare spazio alla Sauber di Gutierrez. Il pilota messicano che senza accorgersi affatto della Lotus di Maldonado la centra e si ritrova a testa in giù in uno spettacolare incidente che rivela come queste nuove monoposto dal muso più basso rischino facilmente di cappottarsi se coinvolte in uno scontro laterale.
http://youtu.be/ScpZCCkRigo
Entra in pista la Safety Car e le auto si riavvicinano, un’occasione ghiotta per Rosberg che tenterà di insidiare la prima posizione ad Hamilton, lo sa bene il team director della Mercedes che contatta i due piloti via radio chiedendo loro di ricordare che per la squadra è importante che entrambe le auto finiscano la gara.

Riparte la gara e le raccomandazioni dei direttori sportivi passano subito nel dimenticatoio, la regia tv ha l’imbarazzo della scelta, è lotta serrata tra i compagni di squadra in Mercedes, Force India e RedBull!

Hamilton dichiara via radio di avere un calo di potenza, ma sembra essere una burla o un messaggio in codice perché subito dopo fa segnare il giro più veloce e spinge come forsennato la sua monoposto giro dopo giro.
Formula 1 GP del Bahrein: la lotta è tutta in famiglia e vincere è lo spettacolo
Ricciardo non si fa intimorire dal titolo mondiale che può vantare il suo compagno di squadra e lo sorpassa, Alonso passa Button che purtroppo si ritira al penultimo giro andando a fare compagnia al proprio compagno di squadra che era uscito di scena qualche giro prima, per noie al cambio della sua McLaren.

Mancano 5 giri alla fine, Hamilton è in testa ma la sua Mercedes monta la gomma più dura, alle sue spalle Rosberg lo insidia ad ogni curva forte della maggiore trazione che le sue gomme morbide gli garantiscono, ma non basta, il pilota inglese è un vero asso, risponde colpo su colpo facendo valere una delle sue migliori qualità: la capacità di imporsi con coraggio sugli avversari.

Il Gran Premio del Bahrein finisce con il trionfo Mercedes e lo spettacolo negli occhi degli spettatori: primo Hamilton, secondo Rosberg, terzo un emozionantissimo Perez sulla straordinaria Force India.

Intervistato ai microfoni di SkySport anche Niki Lauda lancia una sua frecciatina alla Ferrari sottolineando come sia bello vedere dei compagni di squadra battagliare liberamente in pista.
Formula 1 GP del Bahrein: la lotta è tutta in famiglia e vincere è lo spettacolo
Il 900esimo Gran Premio della Formula 1 si conclude con un grande vincitore: lo spettacolo, in questa formula 1 vien da dire stando in piedi sul divano: “bentornate emozioni”.
Credit photo [edition.cnn.com]