SHARE

“Questo è un momento molto difficile per la nostra famiglia, ma i messaggi di supporto e affetto per Jules da tutto il mondo sono fonte di grande conforto per noi. Vorremmo esprimere la nostra sincera gratitudine. Jules resta nell’unità di terapia intensiva del Mie General Medical Center. Ha un danno assonale diffuso ed è in condizioni critiche ma stabili. I medici dell’ospedale stanno fornendo la miglior assistenza e siamo grati per tutto quello che hanno fatto per Jules dal suo incidente”. Il comunicato della famiglia di Jules Bianchi, il pilota della Marussia protagonista dello spaventoso incidente di domenica scorsa durante il Gran Premio di Suzuka, non lascia dubbi.

Il francese soffre di una lesione assonale diffusa. Vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta. La lesione citata poc’anzi avviene dopo un forte trauma cranico e causato da un improvviso movimento avanti e indietro del cervello. In seguito di una ferita chiusa del cervello, lo spostamento e la rotazione della massa cerebrale possono provocare il danneggiamento diffuso delle fibre assonali di collegamento. Tali danni possono essere microscopici, e potenzialmente reversibili, ma se causate da un forte trauma possono portare a danni irreversibili od ad un coma prolungato. Il danno assonale diffuso ha luogo sia al momento dell’impatto, chiamato danno primario, che nelle ore successive, ossia un danno secondario. Un tempestivo trattamento specifico potrebbe dunque limitarne la portata, sebbene attualmente non vi siano a tal proposito cure specifiche.