Home Corse MotoGP: perché sarà lotta a due tra Yamaha e Ducati

MotoGP: perché sarà lotta a due tra Yamaha e Ducati

1951
0
SHARE
Fonte foto: motorsport.com Copyright: J. Wiessmann / xpb.cc

Il 2016 potrebbe essere l’anno delle sorprese in MotoGP. Le nuove regole c’entrano in parte, anche perché sono uguali per tutti i piloti e i rispettivi team che gareggeranno con le norme decise da FIM, Dorna e IRTA. Durante i test ufficiali di Sepang, circuito della Malesia che ospita i vari collaudi dalla giornata di lunedì, si sono captate chiaramente le difficoltà della Honda. Marc Marquez e Dani Pedrosa non hanno brillato nei test di ieri e di oggi, confermando la crisi che sta colpendo la scuderia giapponese, con tempi alti e con distacchi importanti dagli altri team in lotta per il Mondiale, ovvero Yamaha e Ducati.

Se ieri, a dettare legge erano stati Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, oggi lo scettro di miglior tempo è finito nelle mani di Danilo Petrucci, in sella alla Ducati del team Pramac. Il pilota classe ’90, infatti, ha girato in 2′:00.095 staccando di poco Lorenzo e tutti gli altri piloti, tra cui Rossi e Stoner. La quarta posizione odierna di Marc Marquez, tuttavia, non deve trarre in inganno. Il distacco da Petrucci si è attestato a 0.748, ma lo spagnolo della Honda, con gomme soft-morbide, ha incassato ben 7 decimi dalla Yamaha di Lorenzo che montava gomme hard-dure. Un dato che attesta, senza nessun dubbio, le difficoltà incontrate dalla Honda che, così, rischia di rimanere fuori dalla lotta iridata.

Fonte foto: GPOne.com
Fonte foto: GPOne.com

Di tenore diverso, almeno fino a questo momento, i test di Yamaha e Ducati, protagoniste in tutto e per tutto. Se sul team nipponico non vi erano dubbi, anche grazie alla presenza di due grandi piloti, la casa di Borgo Panigale ha sorpreso appassionati e addetti ai lavori. La moto è molto potente, dunque in grado di dare del filo da torcere a chiunque, che abbinata a Iannone, Dovizioso e Stoner potrà dare molte soddisfazioni. Proprio all’australiano è dedicata una menzione speciale. Al suo primo giorno di test ufficiali, il numero 27 della Ducati ha girato con tempi incredibili, facendo spellare le mani ai suoi fan e agli appassionati della MotoGP. Ricordiamo che, attraverso le wild-card, Stoner potrebbe partecipare ad alcuni Gran Premi contribuendo a rendere ancora più equilibrato il Mondiale 2016.

Intanto, ecco le terribili immagini dell’incidente che ha visto protagonista Loris Baz del team Avintia. Per fortuna nessuna conseguenza per il pilota francese, ma solo tanto spavento durante i test di questa mattina.

Vedi anche  Yamaha: inedito concept sportivo al salone di Tokyo (FOTO)