SHARE

La notizia arriva da Sueddeutsche Zeitung (quotidiano tedesco) ed è pronta a scuotere la stampa internazionale. Dopo il passaggio di proprietà di Ducati ad Audi sembra che anche MV Agusta stia per cedere parte delle quote azionarie a Daimler (gruppo Mercedes), ma vediamo meglio i dettagli. L’indiscrezione se verificata porterà il 25% delle quote della premiatissima casa motociclistica italiana nelle casse del gruppo tedesco che già possiede i marchi Mercedes, Smart ed AMG e quest’ultima proprio, specializzata in supersportive, probabilmente sarà artefice dell’azione.Si parla di un investimento di 30 milioni di euro che porterebbe nelle casse di MV la liquidità necessaria a quel processo di espansione auspicato dalla famiglia Castiglioni, tornata al timone nel 2010 dopo la cessione nel 2008 ad Harley-Davidson. Inoltre eviterebbe il tentativo di quotazione in borsa e permetterebbe di avere una finestra aperta su nuovi mercati grazie appunto all’appoggio di Daimler.

L’obiettivo primario è quindi quello di raggiungere i 200 milioni di fatturato annuo ed incrementare le vendite che quest’anno speriamo toccheranno i 10mila modelli venduti.Il piano è investire nei grandi nomi MV Agusta quali Brutale o Rivale per salire di più perché, teniamo a precisarlo, l’italiana non va risanata anzi, è un raro esempio di efficienza economica in questi anni molto rara. L’MV che con Giacomo Agostini era entrata nella leggenda negli anni ’70 ha un palmares forte di 37 campionati mondiali marche e 38 campionati piloti e magari grazie a questa collaborazione riuscirà ad incrementare un così importante bottino. MV Agusta, produttore di moto da strada supersportive, molto vicine ai modelli da corsa, ha un passato recente piuttosto turbolento, ma il futuro appare roseo e noi tutti sogniamo di rivederla tornare a vincere anche in pista perché nei nostri cuori non è mai andata via.