Home News Riparazione vetri auto: una breve guida

Riparazione vetri auto: una breve guida

18
0
SHARE

Chi è alle prese con un problema ai vetri dell’auto deve procedere rapidamente alla loro riparazione. Un accorgimento simile limita al minimo eventuali danni, con risultati estetici di assoluto rilievo. Ovviamente, è meglio riparare che sostituire un pezzo. Ecco cosa c’è da sapere a riguardo, verificando quali pezzi siano necessari, quanto tempo ci voglia e così via. A tal proposito, la richiesta di un preventivo può facilitare il pieno controllo di una situazione complicata.

Quando è possibile riparare i vetri dell’auto

La riparazione dei vetri dell’auto è un’operazione possibile in alcuni casi specifici. Se la scheggiatura è sufficientemente lontana dal bordo, se il suo diametro è molto contenuto e non disturba la visuale del guidatore, il problema viene risolto senza particolari patemi. In caso contrario, è necessario attuare ulteriori accorgimenti, fino alla possibile sostituzione del pezzo danneggiato.

Come viene effettuata la riparazione dei vetri di un’auto

La riparazione vetri auto richiede una serie di passaggi ben precisi. In primo luogo, la zona danneggiata viene sottoposta a una pulizia precisa, per poi applicare una resina perfetta per colmare qualsiasi crepa. Bisogna rimuovere ogni bolla d’aria ed eventuale impurità, quindi si aggiunge una resina adesiva dalla qualità certificata. A poco a poco, quest’ultima viene rafforzata con l’ausilio di una lampada ai raggi ultravioletti. Infine, una volta completato l’indurimento, è sufficiente completare la riparazione del vetro rimuovendo qualsiasi traccia non desiderata. Ed ecco che è possibile tornare a usufruire di una superficie pienamente funzionale alla propria guida.

Perché riparare i vetri dell’auto

Sono davvero numerose le ragioni per effettuare una corretta riparazione dei vetri. In primo luogo, un intervento simile richiede un arco di tempo molto contenuto, pari a una mezz’oretta, mentre la sostituzione arriva anche oltre l’ora e mezza. Inoltre, i costi sono ridotti al minimo, fino a essere nulli nel caso in cui l’automobilista sia in possesso di una relativa polizza. Infine, non vanno dimenticate le emissioni di CO2 abbattute del 90% rispetto a una sostituzione vera e propria.

Vedi anche  Rossi-Marquez: Renzi chiama il Dottore, parlano Malagò, Lippi e Vasco (FOTO)

Circolare con i vetri auto danneggiati: quali sono i pericoli

Ad ogni modo, quando si è alle prese con i vetri dell’auto danneggiati, i pericoli sono dietro l’angolo. Una piccola scheggiatura può rapidamente incrinarsi e mettere a serio repentaglio la stessa incolumità del conducente. Al tempo stesso, il proprietario della vettura va incontro a sanzioni pecuniarie, fino alla perdita di punti della patente. Con questi elementi, fare a meno di un pezzo simile risulta pressoché impossibile. Infatti, vetri ben funzionanti favoriscono l’apertura dell’airbag del passeggero e garantiscono una visibilità ottimale. Due fattori che assumono un ruolo di primo piano per una sicurezza sempre al massimo quando si è alla guida.