Home Auto Volkswagen: giù gli investimenti del 30%

Volkswagen: giù gli investimenti del 30%

243
0
SHARE
Fonte: alvolante.it

La Volkswagen, come riportato da Quattroruote.it, ha reso noti i dettagli di un piano di taglio alla spesa che si concretizzerà in un tetto agli investimenti fissato a “circa 12 miliardi di euro” per l’anno venturo. La cifra annunciata per gli investimenti è molto più bassa rispetto a quanto inizialmente pianificato per gli anni a venire. Si riscontra infatti una riduzione di circa il 30% rispetto alla media di 17,1 miliardi l’anno per cinque anni che erano stati annunciati nel 2014.

Il taglio è stato necessario per equilibrare le spese legate alla rettifica dei modelli coinvolti nello scandalo del dieselgate e alle compensazioni economiche per quelli con emissioni irregolari di CO2 (in totale oltre 11 milioni di vetture), verrà messo in atto senza intaccare i programmi più ambiziosi e rilevanti in chiave strategica. “Non risparmieremo sul nostro futuro“, ha commentato Matthias Müller di fronte alla stampa riunita a Wolfsburg.

Fonte: http://motori.leonardo.it/
Fonte: http://motori.leonardo.it/

Controtendenza gli investimenti per l’elettrificazione che cresceranno di 100 milioni di euro rispetto all’anno passato: focus primario sarà quello di sviluppare powertrain elettrici per i marchi Volkswagen, Audi e Porsche. Altro capitolo di spesa che crescerà è quello della digitalizzazione, come annunciato da Müller: è degli scorsi giorni, tra l’altro, la notizia dell’assunzione di Johann Jungwirth, tedesco ex-Apple che coordinerà gli sforzi in questo campo.
Fonte: volkswagen.it
Fonte: volkswagen.it

E’ stato poi diramato l’elenco provvisorio dei primi progetti destinati allo stop: sospesa l’apertura del nuovo centro stile presso la sede di Wolfsburg (per un risparmio di 100 milioni). Verrà riesaminata anche l’opportunità di aprire un nuovo reparto verniciatura presso una fabbrica in Messico anche se la notizia più importante è il rinvio a data da destinarsi dell’erede della Phaeton, che avrebbe dovuto essere un modello completamente elettrico.

Vedi anche  Ultim'ora: Alonso salta la prima gara, parlano i medici

Il tema caldo è quello dei posti di lavoro al momento non a rischio ma sotto la lente di ingrandimento. Con una crisi del genere dei licenziamenti sarebbero tutto tranne che inaspettati.