Home Auto Nuova A7 Sportback: il futuro è alle porte

Nuova A7 Sportback: il futuro è alle porte

225
0
SHARE
Nuova Audi A7 Sportback

Dimensioni imponenti: l’auto è lunga 4,97 metri per 1,97 in larghezza, mentre il vano di carico oscilla fra 535 a 1.390 litri, la nuova nata in casa Audi è un’auto che racchiude raffinata eleganza caratteristica di poche.

Viaggiare nel futuro sarà presto possibile, la nuova A7 Sportback verrà immessa nel mercato tedesco a Febbraio 2018 mentre in quello italiano il mese successivo.

All’anteprima di Ingolstadt, a catturare l’attenzione è stata soprattutto la linea sinuosa ed elegante e la forma della vettura. Un misto tra una berlina ed una coupè, così è stata definita da alcuni, un concentrato di tecnologia è stata rappresentata da altri.

La formula originale è stata aggiornata negli elementi caratteristici del design della casa Audi. Se nella parte anteriore non si notano eccessive modifiche la parte posteriore dimostra un interesse particolare per chi guarda, la fanaleria posteriore è composta da un unico elemento orizzontale composto da 13 segmenti che copre l’autovettura da lato a lato.

I gruppi ottici anteriori annoverano la tecnologia a matrice di Led con abbaglianti laser. È cresciuto anche il numero delle nervature e la larghezza dei parafanghi, a sottolineare la maggiore sportività di questa nuova edizione della A7 Sportback. Inalterato invece l’alettone posteriore che si apre a una velocità di 120 km/h per incrementare il carico aerodinamico.

Il processo evolutivo ha decretato la pressoché totale estinzione di pulsanti e levette.

L’abitacolo, gestito con sistema MMI permette di gestire il tutto con i comandi vocali e con il nuovo sistema infotelematico MMI, ripartito su un doppio display con feedback aptico.

Gli schermi destinati al guidatore sono due: Il primo, prende il posto del cruscotto, il pannello consente di visualizzare la cartografia di navigazione ed è integrato con l’head-up display, che proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza, mentre il secondo permette di comandare le funzioni di intrattenimento, navigazione e di rete.

La plancia è, infine, dotata di un terzo schermo, inferiore, necessario per la regolazione del climatizzatore e per inserire nomi di persone o città da richiamare nel GPS. La nuova A7 Sportback può contare sino a 39 dispositivi di assistenza che abilitano il veicolo ad affrontare da solo situazioni complesse come gli incolonnamenti urbani e il traffico autostradale a bassa velocità. Il sistema di guida autonoma è a livello 3.

Il tutto è gestito dall’unità di elaborazione “zFAS” (acronimo di Zentrale Fahrerassistenzsteuergerät), messa a punto da Audi, insieme all’americana Nvidia e all’israeliana Mobileye (leader fra i fornitori di telecamere per auto) che è in grado di controllare simultaneamente i dati provenienti da cinque radar, cinque telecamere e 12 sensori e scanner laser di cui può essere dotata l’autovettura.

Nelle novità meccaniche, possiamo sottolineare l’asse posteriore sterzante che rende la vettura più agile alle basse andature e più stabile alle alte, anche le sospensioni sono degne di nota.

Il cliente potrà scegliere un differenziale posteriore sportivo con torque vectoring, così da permettere, in abbinamento alla trazione integrale permanente, di ripartire al meglio la coppia motrice diretta all’asse posteriore tutto ciò causerà una frenata e frena con le ruote anteriori garantendo un comportamento di guida quanto più neutro possibile.

Vedi anche  Alfa Romeo Giulia: a cosa serve il fondo piatto (FOTO)