Home Corse MotoGP: Valentino Rossi, spunta il nome del sostituto

MotoGP: Valentino Rossi, spunta il nome del sostituto

2456
0
SHARE
Fonte: dailynews24.it

È iniziato ufficialmente il count-down per l’inizio della stagione MotoGP 2016. Il 20 marzo, infatti, sul circuito di Losail comincerà una nuova annata che, si spera, cancellerà gli ormai “famosi” eventi del 2015. I test ufficiali dei giorni scorsi hanno fatto capire come le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi saranno, ancora una volta, le favorite per la vittoria finale. Tuttavia, in attesa del Gran Premio che si terrà in Qatar, già teatro delle ultime prove pre-stagionali, a tenere banco è il futuro dei piloti.

Se negli articoli scorsi avevamo trattato le possibili novità riguardanti Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez, questa volta incentriamo queste righe solamente sul “Dottore” e il suo probabile sostituto. Come riporta il sito Tuttomotoriweb.com, uno di questi potrebbe essere Maverick Viñales, giovane centauro in sella alla Suzuki. Il classe ’95, nei test di preparazione all’annata 2016, ha fatto vedere cose importanti, precedendo, e di molto, in alcune giornate, piloti sulla carta più forti come quelli menzionati poc’anzi. La sua giovane età, poi, gioca a suo favore, attirando anche l’attenzione di altri team come la Honda. Per spazzare via qualsiasi dubbio, Viñales prenderebbe il posto di Valentino Rossi almeno nel 2018, quando il “Dottore” dovrebbe ritirarsi dalla MotoGP.

Fonte foto: vroom-magazine.com
Fonte foto: vroom-magazine.com

Sull’ipotesi Yamaha, comunque, è intervenuto anche Herve Poncharal, capo della Monster Yamaha Tech 3, che nei giorni scorsi ha affermato: “Maverick è in buone mani con la Suzuki; un intero team di lavoro si prende cura di lui. Ha fatto enormi sforzi per essere veloce sulle piste. Nel 2014 abbiamo parlato della sua gestione. All’epoca ci fu detto che era interessato solo a un contratto di servizio. Mi piacerebbe firmare con lui. Ma se mai venisse alla Yamaha correrebbe nel team ufficiale”. Parole che sanno di corteggiamento da parte del team giapponese nei confronti di un pilota dal sicuro avvenire.

Vedi anche  MotoGp: Marquez domina in Texas, Rossi terzo